Associazione Culturale Noste Reis - Lingua e cultura del Piemonte

Cerca nel sito

Vai ai contenuti

D'Azeglio

Opere e biografie pittori

MASSIMO D'AZEGLIO

Nasce a Torino nell'ottobre del 1798 dalla nobile famiglia dei marchesi Taparelli d'Azeglio. Giovanissimo segue il padre a Roma. Torna a Torino come sottotenente, ma presto riprende la strada di Roma dedicandosi alla pittura e alla letteratura. Di questi anni ci sono pervenuti i taccuini di disegni ora al Museo Civico di Torino; fin d'allora dipinge paesaggi e personaggi ispirati alla letteratura cortese, alla mitologia, alla storia.
Nei suoi « Ricordi » si legge: « Prima di tutto il pittore deve imparare a riprodurre il vero, poi a far quadri ». Secondo questa concezione dipinge perciò numerosi studi dal vero che in un secondo momento riunisce per creare il fondale dell'azione scenica, d'argomento romantico.
Espone a Torino nel 1831, a Milano (Brera) nel 1833, a Parigi nel '36, mentre dal 1842 la sua maggior attività si svolge nel campo della politica. Nel frattempo si era trasferito a Milano (1831), dove sposa una figlia del Manzoni, Giulia.
A partire dal 1852 si dedica completamente alla politica. Muore a Torino il 15 gennaio del 1866.




Massimo D'Azeglio,
La battaglia di Legnano 1830, olio su tela-GAM Torino




Massimo D'Azeglio, La Sacra di San Michele, olio su tela, Museo civico Torino



Massimo D'Azeglio,
Muzio Attendolo Sforza nell'atto di gettare la scure

Home Page | L'Associazione Noste Reis | Corsi per le scuole | Corsi per adulti | Le pubblicazioni | La lingua piemontese | Mondo, identità e storia | Breve corso online | Letteratura | Pittura | Scienza | Attività e incontri | Contatti e Note | Riconoscimenti | Opere e biografie pittori | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu